Home

Moreno Marchetti

Official Website

“Non mollare mai, non abbattersi ma abbattere le barriere che ci separano dall’obiettivo che può esser un traguardo su una pista o il semplice alzarsi da un letto e vivere. Non lasciamo che la nostra disabilità sia un ostacolo alla vita”.

ESSERE DIVERSAMENTE ABILI

PUNTI DI VISTA, SEMPLICE SEMANTICA E FORZA DI VOLONTA'

 

Diversamente abili, disabili, handicappati e altre parole con cui si cerca di classificare delle persone con menomazioni a qualunque livello, beh di mio posso dire che ho visto persone considerate "normodotate" avere delle difficolà nel salire una rampa di scale e di contro ho visto persone a cui mancavano entrambi gli arti inferiori fare della medesima rampa di scale un punto di forza per la riabilitazione e salire senza problemi, quindi posso dire che esser diversamente abili è solo una questione mentale, se ci si arrende prima di iniziare non si consegue nessun risulato!

 

ALLENAMENTO..

 

"ho messo a frutto gli insegnamenti del mio allenatore e ho ascoltato i consigli di chi aveva più esperienza di me nell’atletica paralimpica”

 

PERCORSO FORMATIVO PER L'AVVIAMENTO

Come in ogni attività sportiva, bisogna seguire un percorso formativo diviso in varie fasi graduali anche per la riabilitazione:

 

  • AVVIAMENTO: fase iniziale caratterizzata dalla consapevolezza delle proprie potenzialità e dalla volontà di iniziare un nuovo percorso di vita

 

  • IMPOSTAZIONE: la fase di "comprensione", dove si tratta di capire il percorso e che pone le basi per quella successiva di sviluppo

 

  • SVILUPPO: Presa di coscienza, fase di incremento (espansione) delle proprie possibilità

 

  • OTTIMIZIZZAZIONE: Fase in cui le proprie possibilità devono essere portate al meglio del proprio potenziale

 

  • STABILIZZAZIONE: Fase in cui le abilità acquisite vanno rese permanenti nel tempo